martedì 27 marzo 2012

LA TORTA DI MELE DELLA NONNA ASSUNTINA



Alzi la mano chi mangia la mela a fine pasto. 
Ecco lo sapevo, quasi nessuno! 
Quindi scommetto che, ovviamente, saranno ancora meno le persone che mangiano una mela per merenda! 
Beh, non posso certo negare che mangiare una pesca, corposa e profumata, o un arancia, rossa e succosa, dia ben più soddisfazione di una misera mela, ma le mele hanno molte vitamine, pochissimi grassi e delle ottime proprietà antiossidanti e antitumorali, quindi almeno una volta al giorno ne andrebbe mangiata una perchè fa bene al nostro organismo (non ha caso si dice "Una mela al giorno toglie il medico di torno"), perciò se vi fa fatica sbucciarla, compratela biologica e mangiatela a morsi con la buccia, se cruda non vi piace, mangiatela cotta, lessa o al forno... oppure preparate una bella torta di mele, che sicuramente riesce a raccogliere più consensi di quanto invece riesca a fare quella misera meletta che rimane sempre li, sola soletta nel porta frutta, ammaccata e raggrinzita!  
Già, la torta di mele è forse il dolce più classico, semplice e tradizionale, è quel tipico confort food che riscuote sempre gran successo in ogni occasione ma è anche la torta che ha più varianti in assoluto perchè non esiste LA torta di mele, ogni famiglia ha la sua ricetta, personalizzata in base alle caratteristiche del luogo, gelosamente custodita e tramandata di madre in figlia... 
Così oggi ho pensato di mettere a nudo la torta di mele della mia famiglia e svelare la ricetta di una della torte più buone del mondo... :-)
Questa è infatti una torta assolutamente speciale, e non solo perchè l'ho ereditata dalla mia cara nonna Assuntina, ma anche e sopratutto perchè non è una di quelle torte asciutte e secche, nè tantomeno una di quelle con le mele tagliate a cubetti e amalgamate nell'impasto, ma neppure una crostata: è una torta estremamente soffice e morbida che si mantiene perfettamente per giorni e giorni (ed è anche meglio se preparata il giorno prima!), formata da una sottile base di un profumatissimo impasto, arricchito dall'aroma dolce e fruttato del Vin Santo, e tante mele, tagliate a fettine sottili e disposte (verticalmente) con moooolta cura a raggiera sulla superficie, che, grazie ai liquidi sprigionati durante la cottura, contribuiscono a rendere il dolce più umido e cremoso; è una di quelle ricette talmente semplici e veloci che si fanno ad occhi chiusi...e anche senza bilancia, basta avere a portata di mano un bicchiere ed una tazzina da caffè per misurare le dosi degli ingredienti! 
Quindi non mi rimane che trascrivere la ricetta così com'è, ricopiata paro-paro dal vecchio ricettario della nonna, ad eccezione dell'uvetta ed i pinoli, che ho pensato di aggiungere all'impasto per renderlo più ricco e dolce, non fosse mai troppo light! :-)

TORTA DI MELE AL VIN SANTO


Ingredienti per uno stampo a cerchio apribile del diametro di circa 24cm:
2 uova;
1 bicchiere di zucchero;
2 bicchieri di farina;
1 pò di burro (circa 50 gr di burro);
1 bustina di lievito;
1 bustina di vanillina;
1 tazzina da caffè di Vin Santo;
1tazzina da caffè di latte
2 mele Golden;
50gr di uvetta sultanina;
50gr di pinoli.

Procedimento:
Mettiamo l'uvetta in una tazza con l'acqua calda per farla ammorbidire.
In una ciotola lavoriamo con le fruste elettriche le uova con lo zucchero fin oad ottenere u ncomposto chiaro e spumoso. Aggiungiamo quindi il burro, il latte ed il Vin Santo continuando a mescolare bene per far amalgamare gli ingredienti. Uniamo quindi le polveri: farina, lievito e vanillina. Mescoliamo bene fin quando non avremmo ottenuto un composto omogeneo ed infine uniamo i pinoli e l'uvetta. Se l'impasto sembrerà troppo sodo potete aggiungere un altro pò di latte, ma fate attenmzione perchè comunque è bene che non sia troppo liquido, altrimenti le mele affonderanno nell'impasto.
A questo punto versiamo l'impasto nella teglia imburrata ed infarinata, laviamo le mele, togliamo loro il torsolo e poi sbucciamole e tagliamole a fettine sottili . Disponiamo le fettine di mele a raggi partendo dall’esterno e formando due cerchi, uno interno all’altro.
Inforniamo quindi la torta a 180° per circa 45 minuti.

30 commenti:

Meggy ha detto...

Io la mangio dopo cena, va bene lo stesso? :) Mi piace da morire questa torta di mele profumatissima della nonna!Baci

Federica ha detto...

Per me un giorno senza mele è quasi impensabile, giusto in piena estate riesco a rinunciarci. Allora sì che le pesche, corpose e profumate, mi danno più soddisfazione. Ma per adesso resto ancora fedele al frutto di Biancaneve :) E tanto adoro le mele nature quanto amo le torte di mele, le mie preferite in assoluto. Dovrò provare anche la versione della tua nonna, arriva un profumino fino a qui...Un bacione, buona giornata

Ros ha detto...

cara sinceramente io mangio sempre la mela soprattutto a merenda e non trovo affatto sia un frutto insulso certo non vince dinanzi a frutti come pesca, arance e altro però è buona e fa molto bene...e poi utilizzata nei dolci mi fa impazzire ancora di più, come questa torta della nonna :-) buona giornata cara :-)

Ileana Pavone ha detto...

Io le mangio quasi ogni giorno, mi piacciono tantissimo e alle torte di mele non si può dire di no ;)
la torta della tua nonna è deliziosa ^^

Giulia ha detto...

io detesto le mele ma nella torta non mi dispiacciono :)

Memole ha detto...

Deliziosa...La torta di mele è sempre buona!!!

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

Queste torte sono sempre golosissime ;))
Ciao Claudia stiamo lanciando un iniziativa per il 2 compleanno del nostro blog passa a trovarci c'è un regalo anche per te ...
Un saluto dai viaggiatori golosi ....

Cucina che ti passa - RUMI - ha detto...

una fetta di questa torta io la mangerei praticamente sempre, però ti confesso che le mele le mangio spesso se le trovo a casa (anche perchè adesso sono a "dieta" e le mangio con piacere anche per colazione).
una torta stupendamente buona! complimenti

dolci a ...gogo!!! ha detto...

amo le mele e sai forse osno una delle poche che per merenda le mangia ancora di piu le adoro se sono all'interno di un dolce che non passa mai di moda,la mia torta da credenza preferita e la tua anzi della nonna Assuntina è meravigliosa!!baci,Imma

Chiaretta ha detto...

Io adoro le mele!!! E anche le torte!! Bravissima!

raffy ha detto...

amo le torte di mele..questa deve essere divina...

marsettina ha detto...

da fare presto!!!!!bellissima

carmencook ha detto...

Aggiungo la tua ricetta ai preferiti e la provo ... ho una passione smodata per le torte di mele.
Un bacio

Valentina ha detto...

assolutamente divina!!!

Renza ha detto...

A me le mele piacciono tanto ma ne mangio poche... preferisco mangiare la torta di mele!!
Buona giornata!

breakfast at lizzy's ha detto...

Per me vale il detto "Una mela al giorno toglie il medico di torno" .... e quindi che mela sia!
Nelle torte sono ancora più spettacolari e la torta della nonna Assunta è davvero irresistibile! :)

due bionde in cucina ha detto...

la torta di mele della nonna è sempre la più buona.
io ogni tanto una mela a fine pasto la mangio quando cerco di stare a dieta e ho voglia di qualcosa di dolce.
baci sabina

Julia ha detto...

Buona e molto invitante! ultimamente sono una gran fan delle mele...la proverò sicuramente!

Simo ha detto...

una torta che sa di tradizione...buona e profumatissima, già me la immagino...
Da copiare assolutamente ;))

Betty ha detto...

io la mangerei volentieri a merenda con una bella cioccolata :-P
brava la nonna Assuntina, che bella ricetta che ti ha tramandato.
buona giornata.

marika ha detto...

uhmmmm...le tortedella nonna!irresistibili!!!bacioni

l'albero della carambola ha detto...

Spettacolo! Ho pubblicato anch'io un dolce, oggi, per il compleanno di mia nonna Franca (82!) che fa una torta di mele ottima (come tute le nonne, credo). Questa della nonna Assuntina mi intriga assai, col vin santo poi...splendida!
un saluto
simo

dolcetti&co ha detto...

La torta di mele è una delle mie preferite, e la tua è golosa e anche bella da vedere.
ciao Alessandra

Milen@ ha detto...

Mi piace moltissimo questa torta di famiglia e trovo che con l'aggiunta delle uvette sia ancora più golosa :D

Chiara -Cucinando con mia Sorella- ha detto...

io vado pazza per la torta di mele...evviva la nonna Assuntina!!!
Un abbraccio, Chiara

Cristiano ha detto...

da delirio questa torta ;))
complimenti

cioa cris

Doris ha detto...

Questa torta profuma di famiglia, di cose semplici e anche per questo buonissime..brava tu e bravissima la tua nonna!!!

Anonimo ha detto...

Vi posso assicurare che dopo 2 fette (per assaggiarla bene !!!! ) ho decretato che e' uguale a quella che faceva la nonna !!!!

Ila

faustidda ha detto...

ecco, la torta di mele. L'ennesima, forse, ma non mi stanca mai né io mi stanco mai di cercare sempre nuove versioni! La tua ha tutto il sapore di una volta ed io me la salvo. Brava la nonna Assuntina. Sai che in questi giorni sto proprio leggendo un libro sulle mele? Non puoi immaginare negli States quante varietà ne esistano, a decine. E sai la più bella? Lo slogan (una mela al giorno...) che hai citato fu inventato al tempo del proibizionismo dai produttori di mele che si videro drasticamente calare le vendite di questo frutto, all'epoca utilizzato praticamente solo per produrre il sidro. Ecco qui, non lo sapevo neppure io! Un abbraccio e a presto

Anonimo ha detto...

Great article. I'm experiencing a few of these issues as
well..

Also visit my blog post :: relocatexp.com

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts with Thumbnails